pefc-logo Solo Verde

Caring for our forests globally
PEFC Italia

skflag Italia | PEFC International

 

Help Desk GPP - Politiche degli Acquisti Verdi

PEFC- Italia, nell'ambito delle proprie attività di promozione delle Politiche degli Acquisti Verdi (Green Public Procurement), in collaborazione con Punto 3, ha attivato un servizio di Help Desk che offre gratuitamente supporto e consulenza agli Enti Pubblici italiani nell’'implementazione di pratiche di acquisto di prodotti e servizi caratterizzati da elevate performance ambientali.
Il servizio Help Desk GPP si propone di affiancare l’Ente Pubblico nelle seguenti procedure:

  • Supporto alla elaborazione di schede tecniche di prodotto (Individuazione delle caratteristiche tecniche che i prodotti devono possedere per rispondere a requisiti di eco-efficienza)
  • Elaborazione di disciplinari (Individuazione delle caratteristiche ambientali da inserire come criteri vincolanti e/o premianti nei bandi di gara)

Gli Enti Pubblici interessati possono quindi fruire del servizio di Help Desk per ottenere informazioni sull'implementazione dei criteri di GPP, vagliare le modalità di soddisfazione degli stessi, ottenere informazioni su fornitori di prodotti e servizi ecologici, conoscere le buone pratiche nazionali ed europee. Il servizio di Help Desk viene svolto esclusivamente tramite e-mail e telefono.

L’Help Desk può essere contattato attraverso la Segreteria del PEFC Italia.

Associazione PEFC Italia

Strada dei Loggi, 22
06135 Perugia - Ponte San Giovanni
Tel. 075.7824825
Fax 075.5997295
e-mail: info@pefc.it


Politiche di Acquisti verdi e Green Public Procurement (GPP)

Il Green Public Procurement (GPP), che tradotto significa Acquisti Verdi Pubblici, è lo strumento che le Pubbliche Amministrazioni utilizzano, sia in Italia che negli altri Paesi europei ed extraeuropei, per acquistare prodotti o servizi più rispettosi dell’ambiente e della salute dei cittadini.
Una Pubblica Amministrazione che opera nella logica degli Acquisti Verdi prende in considerazione non solo il valore economico del bene o servizio, ma anche gli effetti ambientali che un bene o un servizio può avere nel corso del suo intero “ciclo di vita” a partire dalla sua produzione, fino ad arrivare al suo smaltimento come rifiuto.
Gli Enti Pubblici, introducendo criteri ambientali negli appalti pubblici, possono indirizzare il sistema produttivo a metodi e tecnologie più ecocompatibili, influenzando anche il mercato privato e orientando i cittadini verso scelte di consumo più consapevoli e sostenibili.

Il GPP può aiutare la gestione sostenibile delle foreste?

Il GPP rappresenta uno dei principali campi di intervento delle istituzioni per contrastare l’illegalità nel settore foresta-legno, se si pensa che nella sola Unione Europea gli acquisti operati dalla Pubblica Amministrazione rappresentano circa il 14% del mercato europeo per prodotti come il legno e la carta. Il sistema di certificazione forestale e di etichettatura di prodotto elaborati ad esempio dallo schema di certificazione PEFC include specifici criteri di efficienza ambientale nella gestione forestale.
Grazie quindi alla presenza sul prodotto di uno specifico logo come quello PEFC, è possibile verificare in un prodotto gli impatti ambientali, sociali ed economici commessi alla sua produzione e soprattutto è possibile verificare l’origine della materia prima.
Proprio in questo contesto il GPP assume una notevole importanza: infatti oltre a contribuire ad arginare il mercato illegale di legno, può contribuire a promuovere su scala globale quelle gestioni forestali in grado di conciliare la tutela ambientale con l’equità sociale e l’efficienza economica.
Il quadro di riferimento normativo italiano per facilitare l’adozione e l’implementazione di pratiche di GPP, sia dal punto di vista tecnico che metodologico è delineato a partire dall’emanazione del Decreto Interministeriale n.135 dell’11 aprile 2008 di approvazione del “Piano d’azione nazionale sul Green Public Procurement” (PAN GPP), che fa seguito alla delega conferita al governo dall’art. 1, comma 1126 della L. 296/2006 (finanziaria per l’anno 2007), nonché con l’emanazione dei successivi decreti Ministeriali che fisseranno i “Criteri ambientali minimi” per le categorie di beni, servizi e lavori ambito oggettivo d’intervento del Piano d’azione.
Con un comunicato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 142 del 20 giugno 2012, l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici (Avcp) ha fornito indicazioni alle Regioni, Province, Città Metropolitane e Comuni oltre 15mila abitanti, in merito all’obbligo d’invio dei dati sugli appalti affidati rispettando i criteri ambientali minimi del PAN GPP.
Le Pubbliche Amministrazioni possono inserire criteri ecologici per alcuni prodotti realizzati con materie prime di origine forestale, come: carta per ufficio, arredi per interni e serramenti.
E’ infine importante segnalare che molte aziende private hanno fatto proprie le politiche di approvvigionamento di prodotti legnosi e cartacei che abbiano origine legale e sostenibile, scegliendo per i propri acquisti prodotti con il marchio PEFC, fornendo quindi garanzia ai propri clienti e ai consumatori in genere che sono sensibili e attenti ai temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale.
Tale scelta rende queste aziende preparate alle future richieste obbligatorie di “diligenza dovuta” nella verifica dell'origine legale della materia prima legnosa acquistata da fuori Europa (cioè la “Due Diligence”), in quanto la certificazione PEFC è riconosciuta come strumento per “minimizzare il rischio” di approvvigionamento da fonti illegali. La Due Diligence diventerà obbligatoria dal marzo 2013.

Per informazioni sul GPP: www.acquistiverdi.it sito patrocinato da PEFC-Italia

Dati certificazione PEFC

Superficie forestale
Nel mondo: 264 millioni ha

In Italia: 818.970,75 ha

Proprietari forestali
Nel mondo: >488.817, in Italia: 24.022
Catene di custodia
Nel mondo: 10.374, in Italia: 713

Aziende CoC nel mondo: 15.804, in Italia 907

  768689

Right margin block DATABASE

Cerca foreste, prodotti e aziende certificate PEFC

Database nazionale

Database internazionale