pefc logo Solo Verde

Caring for our forests globally
PEFC Italia

IL PROGETTO FILIERA SOLIDALE DI PEFC

Danni Vaia Magnifica Comunita Val di Fiemme 01Logo Schianti VerdeL’uragano Vaia ha provocato danni molto ingenti al patrimonio forestale, soprattutto nel Nord Est dell’Italia, l’area che produce 2/3 del legname da lavoro italiano. In quest’area oltre 60% delle foreste sono certificate PEFC.

I proprietari forestali si trovano ad affrontare una situazione di grave emergenza e difficoltà economica: dagli alberi abbattuti si ricavano normali assortimenti da lavoro, ma il costo di lavorazione è maggiore per il pericolo di infortuni rappresentato dalle piante pericolanti e per le tensioni nel legno travolto dall’uragano; la resa inferiore (perdite per rotture e danni, piante non selezionate e più piccole rispetto ai tagli ordinari) contribuisce ad aumentare ulteriormente il costo di utilizzazione. La previsione di una grande quantità di legname disponibile nei prossimi 2/3 anni crea tensione sui prezzi. Inoltre i proprietari si trovano nella necessità di ricostruire le infrastrutture danneggiate, di organizzare un carico di lavoro straordinario e di pensare alla ricostruzione del bosco e al periodo successivo in cui le utilizzazioni ordinarie saranno ridotte significativamente per effetto dei danni al bosco.

E’ in questa situazione che PEFC ha deciso di lanciare il progetto di FILIERA SOLIDALE, chiedendo alle aziende certificate di acquistare legname proveniente dagli schianti in sostituzione di legno di importazione (l’Italia importa ¾ del legno da opera) ad un prezzo equo. Questo legname sarà tracciato attraverso la filiera produttiva fino al consumatore finale e sarà contraddistinto da un apposito logo, che sarà controllato dagli organismi di certificazione della catena di custodia. PEFC si impegna a sostenere almeno la metà del costo di questo logo.

Come fare e cosa fare

I proprietari forestali che intendono aderire al progetto chiedono a PEFC l’utilizzo del logo per il legname posto in vendita: basta la dichiarazione che si tratta di legname proveniente dagli schianti e che il lotto abbia una dimensione inferiore a 10.000 mc di legname da opera. PEFC ritiene infatti che sia importante mantenere una condizione di accesso larga per non escludere le imprese locali. Altrettanto importante che la fonte del legname della FILIERA SOLIDALE sia in mano ai proprietari forestali: se il proprietario non autorizza l’uso del logo il legname non entra nella filiera. Possono aderire anche proprietari non certificati: basta fornire copia dell’autorizzazione al taglio rilasciata secondo la normativa vigente, il materiale potrà entrare nella filiera PEFC come Fonte Contrallata a seguito della Due Diligence PEFC. PEFC ha deciso di non prevedere un prezzo minimo ma di lasciare al proprietario del bosco/gestore la valutazione della congruità del prezzo: se chiede l’uso del logo PEFC lo concede con la sola limitazione della dimensione del lotto.

I primi acquirenti (segherie, imprese boschive, commercianti): devono essere certificati (agevolazione a chi si certifica in questa occasione) e usano il logo se

  • acquistano da schianti almeno 50% del fabbisogno annuo medio
  • acquistano almeno 10.000 mc da schianti
  • solo per lotti inferiori a 10.000 mc (contratto di acquisto)

Devono comunicare l’acquisto a PEFC, che li autorizza all’uso del logo, e all’Organismo di Certificazione che controllerà la successiva gestione (catena di custodia).

Con l’acquisto maturano un credito in prodotto finito pari al materiale acquistato a queste condizioni moltiplicato per la resa media (sistema dei crediti). Possono usare il logo per tale quantità e passarlo al cliente successivo.

Le imprese di trasformazione italiane della fase successiva continueranno ad utilizzare il logo della FILIERA SOLIDALE in base agli acquisti di legno della CATENA DI CUSTODIA, in base alle condizioni dell’apposito disciplinare, il cui rispetto sarà controllato dagli Organismi di Certificazione nell’ambito degli audit per la certificazione PEFC. PEFC sta verificando con gli Organismi di Certificazione accreditati il costo del sistema  e si impegna a sostenerlo almeno per la metà.Danni Vaia Magnifica Comunita Val di Fiemme 02

Adesione al progetto

PEFC chiede subito ai proprietari e alle imprese della filiera di aderire da subito al progetto di FILIERA SOLIDALE, richiedendo il logo con E-mail all’indirizzo logo@pefc.it con l’impegno ad aderire al progetto e ad utilizzarlo nella propria comunicazione in base alle condizioni indicate. 

PEFC propone di aderire al progetto anche ad associazioni ed enti che intendono promuoverlo e in particolare ai propri soci, a tutte le associazioni interessate e agli enti con cui ha in essere protocolli d’Intesa. Le organizzazioni che aderiranno useranno il logo con la scritta SOSTENIAMO LA FILIERA SOLIDALE.

Comunicazione

PEFC si impegna a comunicare le adesioni al progetto, tutte le iniziative di solidarietà collegate, la disponibilità di materiale con il logo. A questo scopo aprirà un sito apposito. Si impegna inoltre a comunicare l’andamento del progetto e ad attivare iniziative specifiche di informazione sulle iniziative e sulle aziende che aderiscono.

Disciplinare “FILIERA SOLIDALE”

 Possono usare il logo “Filiera solidale PEFC”

  1. PROPRIETARI FORESTALI: tutto il legname proveniente dagli schianti (anche proprietari non certificati, il materiale potrà entrare nella filiera PEFC come Fonte Contrallata a seguito della Due Diligence PEFC). Autorizzazione al taglio rilasciata secondo la normativa. Devono comunicare la vendita a PEFC Italia, che li autorizza all’uso del logo “Filiera solidale”.
  2. PRIMI ACQUIRENTI (imprese boschive, segherie, commercianti): devono essere certificati (agevolazione a chi si certifica in questa occasione) e usano il logo a scopo promozionale o sui prodotti se
  • acquistano complessivamente da schianti almeno 50% del fabbisogno annuo medio, o
  • acquistano complessivamente almeno 10.000 mc da schianti.

Tali condizioni sono valide per contratti di acquisto di lotti singoli inferiori a 10.000 mc effettuate da aziende italiane.

PEFC Italia non impone un prezzo minimo, lasciando al proprietario del bosco/gestore la valutazione della congruità del prezzo: se viene chiesto l’uso del logo “Filiera solidale”, PEFC Italia lo concederà con la limitazione della dimensione del lotto solo dopo aver ricevuto la comunicazione positiva da parte dei proprietari forestali che hanno venduto i lotti.

3. AZIENDE ITALIANE DELLA FILIERA: devono essere certificate (agevolazione a chi si certifica in questa occasione) e usano il logo a scopo promozionale o sui prodotti se

  • acquistano da fornitori inseriti nella filiera solidale, dimostrando agli organismi di certificazione di apporre il logo su una quantità di prodotti pari (in peso o volume) coerente con la quantità in entrata.

Danni Vaia Magnifica Comunita Val di Fiemme 03Tutte aziende interessate devono comunicare l’acquisto a PEFC Italia, che li autorizza all’uso del logo “Filiera solidale” e all’Organismo di Certificazione (OdC) che controllerà la successiva gestione della rintracciabilità. Con l’acquisto le aziende maturano un credito in prodotto finito pari al materiale acquistato a queste condizioni moltiplicato per la resa media. Possono usare il logo per tale quantità e renderlo disponibile per il cliente successivo.

PEFC Italia perfezionerà con gli OdC le condizioni di accesso, le modalità di controllo e il costo per gli eventuali controlli aggiuntivi impegnandosi a coprire parzialmente le spese. 

PEFC Italia autorizza l’uso del logo promozionale “Filiera Solidale” anche ad associazioni ed enti che intendono sostenerlo, come soci PEFC, associazioni interessate, enti con cui PEFC Italia ha protocolli d’Intesa.

 

 

Le foto sono concesse dalla magnifica Comunità di Val di Fiemme