“Un albero per BackToCampi”. La Valnerina che riparte

Una campagna di solidarietà per contribuire al ripristino del tessuto sociale e di spazi funzionali ed accoglienti nelle aree terremotate con la messa a dimora di 100 pioppi bianchi nell’area del polo sportivo di Campi di Norcia.

“Un albero per BackToCampi”. La Valnerina che riparte

7 settembre 2021 Progetti

Di Luca Rossi   

Nell’agosto e nell’ottobre del 2016 il terremoto ha sconvolto diverse regioni del centro Italia, portando morte e distruzione e mettendo in ginocchio comunità intere, in modo particolare nelle aree rurali e montane.

La rinascita di questi territori passa sia dalle azioni politiche sia dalla volontà e dall’impegno della gente che sceglie di non abbandonarli.      
Roberto Sbriccoli, presidente della Pro Loco di Campi di Norcia (PG), piccola frazione del comune dell’Alta Valnerina colpita dal sisma, insieme alle persone che hanno creduto in lui e nel suo progetto, è uno di quelli che hanno deciso di restare. Nasce così, poco dopo le scosse, BackToCampi, progetto che ha l’obiettivo di realizzare, in collaborazione con PEFC Italia e Leroy Merlin (clic qui per approfondimenti), un polo sportivo attrezzato e una zona turistico-ricettiva per rilanciare l’economia delle aree colpite.

Non mancano le difficoltà, sia di tipo logistico che burocratico, come denunciato dagli stessi promotori del progetto (clic qui per l’articolo). Ma con entusiasmo ed energia le attività di Back To Campi vanno comunque avanti, nei limiti del possibile, ed è partita quindi, ad agosto scorso, la campagna solidale “Un albero per Back To Campi”.

Si tratta di un’iniziativa che ha l’obiettivo di piantare 100 pioppi bianchi (Populus alba) nell’area in cui verrà realizzato il polo sportivo. Con una donazione di 180 € si avrà la possibilità di finanziare la messa a dimora di un albero e la realizzazione delle cure che questo necessita. L’impegno del donatore sarà testimoniato e raccontato da una tavoletta in legno apposta sulla pianta, con il nome del finanziatore e tutti i dettagli del progetto. Ma la solidarietà, soprattutto in seguito a calamità ed eventi tragici e disastrosi, è forte e vincente soprattutto quando fa rete anche con altre realtà e altre comunità. È così allora che il legno con cui è realizzata la tavoletta proviene da alberi di foreste trentine certificate PEFC abbattute dalla tempesta Vaia del 2018 recuperati e commercializzati anche grazie al ruolo della Filiera Solidale PEFC.

A darne l’annuncio è lo stesso Roberto Sbriccoli, in un video pubblicato su Facebook, che torna a ricordare il ruolo di “contenitore di rinascita sociale” che il progetto Back To Campi riveste, testimoniato anche dall’affidamento dell’intera piantagione ad un’impresa locale, la Umbraflor, supportata e consigliata da PEFC Italia e dal suo segretario generale Antonio Brunori, dottore forestale. 

Il primo albero donato rappresenta un regalo che due neogenitori hanno fatto ad agosto alla loro figlia, nata proprio poche settimane fa, e che presto vedrà il suo nome su uno dei 100 pioppi.

Per ulteriori informazioni e per apportare il proprio contributo al progetto, si può inviare un’email a info@prolococampi.it 

 

Foto di Bicanski, da Pixnio.com

Referenti PEFC

Luca Rossi

Redazione Eco delle Foreste